Arte, aprile 2021

«Una collezione con i colori dell'India»

Articolo su Arte sulla mostra I colori dell'India

L'architetto bresciano Giacomo Mutti (1927-2013) si è innamorato dell'India e della sua cultura nel 1975, quando vi si recò per la prima volta. A conquistarlo sono state soprattutto le miniature, coloratissime, ricche di dettagli, tratteggiate con colori a tempera. Risalenti al XVII, XVIII e XIX secolo, raffigurano scene di principi, imperatori e autorità religiose. «Immagini solari e festose», come amava definire le sue miniature provenienti dall'India. Manufatti preziosi che, insieme a una selezione di manoscritti e sculture in bronzo, costituiscono oggi una delle più importanti collezioni di opere d'arte indiana in Italia. Una cinquantina di questi lavori è esposta per la prima volta fino al 2 maggio alla Galleria dell'Incisione (tel. 030-304690). Il valore delle opere va da mille a 8mila euro.

Arte, aprile 2021

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati utilizzano cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy