Ritratto dell'artista Franz Roh

Franz Roh

(Apolda 1890 – Monaco di Baviera 1965)

BIOGRAFIA

Critico tedesco di grandissimo rilievo, deve la sua fama al libro Post espressionismo - Realismo Magico. Problemi della nuova pittura europea, (1925), analisi fondamentale delle correnti formatesi dopo l'espressionismo non solo in Germania (Nuova Oggettività) ma anche in Italia (Valori Plastici) e in Francia (Henri Rousseau).
Roh è anche studioso della fotografia d'avanguardia, e affianca all'attività di critico e di fotografo quella di creatore di collage, composti in chiave surrealista con l'accostamento, senza integrazione di matita o pennello, delle immagini più disparate, ricche di significati simbolici. È così in contatto coi contemporanei che operano in questo campo (Max Ernst, Hannah Hoch, George Grosz, Moholy Nagy, Man Ray, etc.)
I suoi lavori si distinguono fra loro in tre gruppi principali a seconda delle immagini di base: uno che usa autentiche incisioni su rame del '700, un altro che si serve di xilografie dell'800 e un terzo che ha come supporto la fotografia.
Nel 1951 Roh viene chiamato come primo presidente dell'Aica (Associazione Internazionale dei Critici d'Arte). Muore a Monaco nel 1965.
Le prime mostre dei suoi collage risalgono al 1961. In Italia le sue opere sono state esposte per la prima volta nel 75 a Milano, presso la Galleria del Levante.

Pin It on Pinterest

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram