Mirella Bentivoglio

(Klagenfurt 1922 - Roma 2017)

BIOGRAFIA

Nata a Klagenfurt, in Austria, nel 1922, ha vissuto e lavorato a Roma, dove è morta nel 2017.

Autrice, fin dalla prima giovinezza, di libri di poesie in italiano ed inglese (edite da Scheiwiller, nel 1943, e da Vallecchi), a partire dal 1965 si orienta verso una vivacissima sperimentazione di uso congiunto di linguaggio verbale e immagine, legandosi ai movimenti poetico-visivi delle neo-avanguardie artistiche internazionali della seconda metà del XX secolo e divenendone una protagonista.

Da allora opera in questo settore sia a livello creativo che a livello critico. Dalle prime prove di Poesia Concreta (parola come immagine) ottenute con l’uso del collage e delle tecniche grafiche, passa alla Poesia Visiva (parola e immagine) e alla Scrittura Visuale con fotomontaggi verbalizzati. Fin dagli anni Sessanta elabora una personale forma di poesia-oggetto (oggetti verbalizzati e libri-oggetto in materie atipiche), e via via, dagli anni Settanta, passa alla performance, fondata sempre sull’uso trasgressivo della parola, alla poesia-azione, alla poesia-environment.

Frequenti sono anche i suoi interventi sul territorio, sempre di matrice linguistica, con grandi strutture simboliche inserite su suolo pubblico, come l’Ovo di Gubbio, l’Albero Capovolto, il Libro-campo. All’uso di elementi alfabetici si sostituisce dunque il ricorso al linguaggio planetario dell’archetipo simbolico.

Espone più volte al National Museum of Women in the Arts di Washington: noto infatti è il suo impegno in ambito femminile, e l’unica rassegna storica di sole donne alla Biennale di Venezia del 1978 (con 80 presenze) è da lei curata. Numerosissime, in Italia e all’estero, le collettive al femminile che promuove e introduce, così come le indagini storiche che svolge, tra cui quella dedicata alle artiste del Futurismo italiano. Autrice e coautrice di numerose monografie, edite da De Luca, Fabbri, Mazzotta, Eidos, e di saggi pubblicati in Italia, Francia, Stati Uniti, Olanda, Germania, collabora negli anni con numerose riviste d’arte italiane e straniere.

Ha tenuto circa sessanta mostre personali, prevalentemente in sedi pubbliche, in Italia, Germania, Spagna, Inghilterra, Olanda, Stati Uniti e Brasile.

Ha partecipato a oltre ottocento mostre collettive in Musei, Università, Gallerie, Centri culturali, in Europa, America del Nord e del Sud, Medio ed Estremo Oriente, Australia. Presente alla Biennale di Venezia (1969, 1972, 1978, 1980, 1986, 1995), alla Biennale di San Paolo (1973, 1981, 1994), a Documenta di Kassel (1982), al Centre Pompidou, Parigi (1978, 1981, 1982), alla XI Quadriennale Nazionale di Roma (1986) nella sezione Emergenze Storiche, al Guggenheim Museum di Venezia (1994).

Opere

Una selezione di opere di Mirella Bentivoglio disponibili in galleria.

Groviglio

Pin It on Pinterest

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati utilizzano cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy