Galleria dell'Incisione

La Galleria dell'Incisione ha aperto a Brescia nel 1972 e si è specializzata in grafica europea del Novecento. Negli anni ha ampliato le proposte espositive con mostre di pittura e scultura anche contemporanee, rassegne dedicate alla xilografia giapponese e importanti mostre di fotografia.

La nostra storia

Nata nel 1972 a Brescia come filiale dell’omonima galleria di Milano diretta da Elio Palmisano, la Galleria dell’Incisione ha organizzato principalmente mostre di incisioni e disegni europei dell’inizio del secolo, con una predilezione per l’area austriaca, cecoslovacca e tedesca. Parallelamente ha proposto autori contemporanei, alcuni dei quali già noti, altri “scoperti”, e ne ha generalmente seguito e riproposto lo svolgersi del lavoro.

La galleria ha proposto sin dai primi anni artisti come Dix, Grosz, Hubbuch, Klinger, Müller e Schlichter, contribuendo a valorizzare autori allora poco conosciuti in Italia.

La mostra sull’avanguardia ungherese (1973) è la prima organizzata in collaborazione con la Galleria del Levante di Milano diretta da Emilio Bertonati. Dall’incontro con questo gallerista illuminato nascono molte delle mostre che seguiranno, alcune delle quali inedite per la città e di importanza internazionale.

Rudolf Schlichter nel ‘75, Christoff Voll e Maestri del Simbolismo nel ‘76, Ludwig Meidner e Aspetti della Nuova Oggettività nel ‘77, Genova fra simbolismo e futurismo nel ‘79, Alberto Martini e Aspetti della Secessione di Dresda nell’80.

Nel 1979 la galleria si stacca dalla omonima milanese e prosegue autonomamente.

Dagli inizi degli anni Ottanta la xilografia giapponese, una delle fonti ispiratrici degli artisti delle secessioni europee, diventa a sua volta oggetto di mostre monografiche e collettive inedite per Brescia (Hiroshige e Kunisada, Surimono, Yoshitoshi, Immagini del mondo fluttuante, Hokusai: le cento vedute del Fuji).

Si intensifica l’organizzazione di mostre di artisti contemporanei di cui citiamo i bresciani Giuseppe Bergomi, Giuseppe Gallizioli, Livio Scarpella, e di altri, nazionali e internazionali, come Gilles Aillaud, Mirella Bentivoglio, Quentin Garel, Maria Lai, Velasco Vitali.

Dagli anni Ottanta propone anche mostre fotografiche di artisti internazionali: tra questi, Ferdinando Scianna, Elliott Erwitt, Pentti Sammallathi, Martine Franck, Florence Henri, Steve McCurry e Michael Kenna e la prima mostra di Vivian Maier in Italia (2012).

INDIRIZZO

Via Bezzecca, 4 - Brescia, Italia (mappa)

Come arrivare

In treno: dalla Stazione FS prendere la metropolitana in direzione Prealpino.
Scendere alla 2a fermata (San Faustino).
La galleria si raggiunge in pochi minuti a piedi (mappa).

In auto: uscire a Brescia Centro (arrivando da est e da sud), o a Brescia Ovest (arrivando da ovest). Parcheggi gratuiti sulla destra di via Bezzecca. (mappa)

Orari

dalle 17:00 alle 20:00
tutti i giorni escluso il lunedì

Chiusura estiva

La galleria è chiusa dal 21 luglio al 10 settembre 2019

TELEFONO e email

Tel. +39 030 304690
Mobile +39 348-5502065
galleria@incisione.com

Pin It on Pinterest

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram