Mostra: George Grosz. <em>Carte berlinesi</em>
174
Dal 27 maggio 1998 al 20 luglio 1998

George Grosz. Carte berlinesi

L'esposizione è dedicata all'opera grafica di Grosz del periodo berlinese. La scelta comprende quaranta disegni, fra cui una decina di opere giovanili (animali e nudi) e una serie di fogli a tema sociale. I disegni in mostra vanno dal '12 al '32 e sono tutti catalogati nel lascito Grosz.

L'arte per me non è un fatto estetico. Disegnare non è un fine a se stesso privo di senso. Non è uno scarabocchio musicale che solo poche persone colte e sensibili possono capire e indovinare. Il disegno deve di nuovo sottomettersi a un fine sociale.

— George Grosz, 1924

L'esposizione è dedicata all'opera grafica di Grosz del periodo berlinese. La scelta comprende quaranta disegni, fra cui una decina di opere giovanili (animali e nudi) e una serie di fogli a tema sociale. I disegni in mostra vanno dal '12 al '32 e sono tutti catalogati nel lascito Grosz.

Tra le opere più importanti sono esposte una china del '24 dal titolo emblematico La classe media corre verso la morte; Buongiorno, del '26, pubblicato nella raccolta di disegni "Il nuovo volto della classe dirigente"; Sommossa, disegno del '28 per "Nuove poesie" di Oskar Kanehl; La comune sorte della carne umana, del '29, da una serie di disegni e dipinti dallo stesso titolo.

Oltre ai disegni sono in mostra fogli tratti dalla cartella di stampe "Ecce Homo" del '23, un acquarello del '32 e un olio, Il gatto di celluloide, del '29.

La mostra è accompagnata da uno scritto di Ralph Jentsch.

Catalogo in galleria.

Una selezione di opere in mostra
Top cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati utilizzano cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy