Mostra: Michael Kenna. <em>Conversazioni col paesaggio</em>
281
Dal 2 aprile al 20 maggio 2016

Michael Kenna. Conversazioni col paesaggio

Michael Kenna è uno dei maggiori fotografi di paesaggio del nostro tempo, ed è tra i pochi a scattare esclusivamente in analogico su pellicola. Rigorosamente in bianco e nero, i suoi scatti sono frutto di lunghe esposizioni e privilegiano le atmosfere dell’alba, del tramonto e della notte.

Michael Kenna è uno dei maggiori fotografi di paesaggio del nostro tempo, ed è tra i pochi a scattare esclusivamente in analogico su pellicola.

Alcuni temi sono ricorrenti: immagini di ponti, nuvole, fabbriche, stazioni, alberi, fontane. Rigorosamente in bianco e nero, i suoi scatti sono frutto di lunghe esposizioni e privilegiano le atmosfere dell’alba, del tramonto e della notte. La figura umana è assente e viene solo evocata dagli effetti che lascia sul paesaggio.

In mostra saranno esposte una cinquantina di fotografie con una prevalenza di immagini del Giappone e della Cina dagli anni ‘90 ai giorni nostri. Più ridotta la presenza di scatti realizzati in Europa e in America, indispensabili a comprendere la grande versatilità di Kenna.

Il 30 aprile si terrà un incontro in galleria con il fotografo che firmerà il suo ultimo volume "Forms of Japan" (Prestel 2015).

Michael Kenna nasce in Inghilterra nel 1953. Studia al London College of Printing; si trasferisce verso la fine degli anni ‘70 a San Francisco dove inizia a lavorare con Ruth Bernard, fotografa di nudo e still life, della quale diventerà assistente, maturando una grande esperienza in camera oscura. Il suo primo lavoro di successo nasce in Gran Bretagna negli anni '80 ed ha come soggetto la centrale elettrica di Ratcliffe. Da qui, Kenna volge la sua attenzione verso le architetture e i paesaggi, iniziando una straordinaria carriera che lo porterà a fotografare in tutto il mondo.

Le sue fotografie sono pubblicate in oltre 50 monografie e sono presenti nelle collezioni di importanti musei e gallerie, come il Victoria and Albert Museum a Londra, il Tokyo Metropolitan Museum of Photography, la National Gallery of Art a Washington, la Bibliothèque Nationale de France a Parigi e moltissimi altri. Vive attualmente a Seattle.

Una selezione di opere in mostra
facebook-squareexternal-linkfile-pdf-o

Pin It on Pinterest

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram