Mostra: Stefano Faravelli. <em>Trasmutazioni e apparizioni</em>
179
Dal 27 marzo 1999 al 5 maggio 1999

Stefano Faravelli. Trasmutazioni e apparizioni

Torna a esporre alla Galleria dell'Incisione, dopo cinque anni, il torinese Stefano Faravelli. In catalogo un racconto della scrittrice torinese Elisabetta Chicco Vitzizzai.

Torna a esporre alla Galleria dell'Incisione, dopo cinque anni, il torinese Stefano Faravelli.
Saranno presentati circa 25 acquarelli e tempere realizzati negli ultimi anni.
In catalogo un racconto della scrittrice torinese Elisabetta Chicco Vitzizzai.

“Ho evocato per la mia pittura “l’arte ingannevole” di Proteo, il Vecchio del Mare, il pastore delle foche-sirene, che, come narra Omero, muta forma a piacere, ma che diviene maestro di verità se lo si tiene fermo, “benché si dibatta e si lanci a fuggire” (Odissea, IV, 416). Così, lepri e volpi, foche e rane, qui dipinte, aspirano ad una trasmutazione che solo uno sguardo attento potrà operare: poiché lepri, volpi, foche e rane sono forme provvisorie e mutevoli di Psiche. E viceversa, i geni e le sirene e le fate che qui vedete, questo medesimo sguardo farà apparire come testimoni e metafore di una verità nascosta nel segreto dell’immaginazione.”

— Stefano Faravelli, 20 gennaio 1999

Una selezione di opere in mostra
Top

Pin It on Pinterest

Share This
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati utilizzano cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più, consulta la cookie policy