galleria dell'incisione
Home Info Mostre Artisti Opere
Home : Artisti : Kapor : Biografia OPERE

Ana Kapor
(Belgrado 1964)

Ana KaporNel 1983 Ana Kapor parte da Belgrado per iscriversi all'Accademia di Belle Arti di Roma.
A Roma, dove in quegli anni è già presente una piccola rinascita del filone figurativo, Ana incontra Arnaldo Romani Brizzi, che in quel momento rappresenta il polo verso il quale gravitano pittori della nuova figurazione. Da lì a poco, la prima mostra personale nella sua Galleria Il Polittico, e l'incontro con la Gallerista Antonia Jannone, di Milano. Si susseguono Fiera di Bologna (1998, 1999, 2000, 2001, 2003, 2011, 2012, 2016 e 2017); Miart, Milano (1999,2003); Artissima, Torino (1994,1997); Immagina Arte in Fiera, Reggio Emilia (2005); Napoli Arte Contemporanea (1997); St. Art, Strasburg (2002, 2010, 2015, 2016 e 2017), Art Fair Miami, (2004), Art Fair Karlsruhe (2009).
Nel 1998 Ana Kapor è invitata al Premio Suzzara, a cui seguono diversi altri premi: Premio Biennale di Pittura Città di Bordighera, (1998), Premio Ferruccio Ferrazzi (2001, 2003, 2005), Premio Michetti (2007). Nel 2005, Ana Kapor, con la sua opera Notturno, è la vincitrice del Premio nazionale di Pittura di Sabaudia Ferruccio Ferrazzi. Gli stessi enigmi che hanno incantato maestri del primo Rinascimento diventano ben presto il motivo principale della ricerca di Ana. A differenza di maestri antichi, però, l'uomo protagonista abbandona il quadro.
Seguiranno diverse mostre collettive e personali in Italia e all'estero. Nel 2007 è invitata a partecipare alla mostra Nuovi pittori della realtà al PAC di Milano. Numerose mostre personali presso gallerie nazionali e internazionali, fra cui la Galleria dell'incisione di Brescia, la Galleria Forni di Bologna, la Galleria Faletri di Firenze, e la Galleria Laue di Francoforte.
Nel 2008, Ana Kapor e Vladimir Pajevic hanno accolto l'invito di Gerd Lindner, direttore del Panorama Museum di Bad Frankenhausen (Germania), ad allestire una mostra che ripercorresse i loro ultimi venticinque anni di attività in un'esposizione di oltre 140 opere. La mostra è stata accompagnata dal volume edito dal Panorama Museum (Ana Kapor & Vladimir Pajevic: Geheime refugien). Nel 2011 è stata invitata a partecipare, con la sua opera "Castel del Monte", al Padiglione Italia della Biennale di Venezia, nella mostra conclusiva alla Sala Nervi del Palazzo delle Esposizioni di Torino.
Nel 2014 vince la Targa d'argento al 41° Premio Sulmona. Nello stesso anno è vincitrice anche del primo premio ex aequo della 65° edizione del Premio Michetti, ed un suo quadro entra a far parte della collezione del Museo Michetti.
Nel 2015, dopo la partecipazione alla 5° edizione del Premio Fabbri, una sua opera viene scelta a far parte della collezione Fabbri.
Ana Kapor vive a Roma, insieme al marito e al figlio.
OPERE

Nel bosco Acrilico su carta
Hansel e Gretel Olio su tavola