Insideart, 18 giugno 2010

«Sogni di prosperità - Elio Ciol e la terra natale»

di Elena Mandolini

La galleria dell’Incisione di Brescia ospita la mostra Elio Ciol, sogni di prosperità. Una trentina di scatti per disegnare la sua terra natia, Casarsa della Delizia in provincia di Pordenone, realtà rurale fatta di campi, e vigne.

La sua è una fotografia in cui prevale l’elemento grafico. Le sue sono vere e proprie composizioni realizzate scegliendo determinati soggetti, per poi porli in un’inquadratura ben studiata; rapporti fra le linee, fra spazi e geometrie. Niente è dato al caso, tutto viene costruito con attenzione, risaltato e alimentato dalla luce, vero mezzo del suo linguaggio fotografico. Oltre sessant’anni di carriera, dedicati allo studio fra bianco e nero e tutti i possibili giochi di luce ed ombra che ne possono derivare. Importante l’utilizzo della pellicola ad infrarosso che esalta il ruolo della luce, facendola diventate di volta in volta nebbia, neve e pioggia attraverso cui interpretare le terre e le vigne.

Le fotografie esposte, che a partire dagli anni Cinquanta coprono un arco di tempo di oltre quarant’anni, sono una finestra aperta sul Friuli, raccontando la natura e i segni della storia attraverso lo sguardo dell’artista, che al momento sta vivendo il momento più prospero della sua carriera artistica.

La mostra si inserisce all’interno della IV edizione della Biennale Internazionale della fotografia di Brescia, che tratta il rapporto fra pittura e fotografia. Elio Ciol, grazie alle sue foto che diventano pittura, meglio non si poteva inserire in tale contesto.

Elena Mandolini, Insideart, 18 giugno 2010

Pin It on Pinterest

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram